«Lui ripeteva: ucciderò Michela I loro amici hanno taciuto, non deve succedere mai più»

Firenze, la battaglia dei genitori per introdurre il «concorso morale»

«Lui ripeteva: ucciderò Michela I loro amici hanno taciuto, non deve succedere mai più»
Firenze, la battaglia dei genitori per introdurre il «concorso morale»